Rifai
Il Comitato Gianfrancesco da Tolmezzo

Il Comitato Gianfrancesco da Tolmezzo

Il Comitato Gianfrancesco da Tolmezzo, nato negli anni Settanta, continua la mission dei fondatori grazie a nuovi stimoli giovanili.

La Carnia è un territorio della regione Friuli Venezia Giulia che pullula di associazionismo, ma dove si trovano limitate occasioni di incontro culturale.
Il Comitato Gianfrancesco da Tolmezzo ODV, con sede a Socchieve, dal 1972 si impegna ad ampliare l’offerta culturale locale e a intervenire nella vita comunitaria: l’obiettivo principale dell’associazione è infatti promuovere la cultura e l’arte in ogni sua espressione, valorizzando la creatività di scrittori, musicisti, artisti e artigiani carnici.

Negli ultimi anni, il Comitato si è fortemente rinnovato, anche grazie ad un importante ricambio generazionale: ad alcuni membri storici si sono affiancati altri giovani, molti dei quali con un bagaglio di esperienze vissute fuori regione o all’estero. Siamo convinti che raccogliere stimoli dall’esterno e aprirsi al dialogo sia fondamentale, per questo ricerchiamo costantemente l’incontro tra diverse generazioni, tra diverse culture, tra enti e comunità, tra locale e globale, tra futuro e tradizione.

Abbiamo in gestione il Centro Culturale e la Biblioteca Comunale di Socchieve: in questi spazi organizziamo eventi, mostre e conferenze per offrire occasioni di incontro e riflessione. Fin dalla sua costituzione, inoltre, l’associazione ha avuto un occhio di riguardo nei confronti della questione ambientale promuovendo, attraverso le sue attività, la salvaguardia del patrimonio naturale della Carnia ed in particolare mantenendosi in prima linea per la tutela delle acque del fiume Tagliamento.

L’evento più impegnativo organizzato annualmente è la Rassegna Carnica, che nel 2018 ha raggiunto il traguardo della sua quarantesima edizione. La Rassegna è un appuntamento importante nel contesto regionale e rappresenta, nei mesi estivi, la più grande raccolta di opere di artigiani e artisti contemporanei locali, accogliendo visitatori da diverse zone d’Italia. Grazie alla lunga storia della Rassegna, il Comitato ha avuto modo di creare un’ampia rete di collaborazioni e di sostenere la creatività in ogni sua forma, al fine di offrire nuove opportunità in un territorio già ricco di stimolanti ed evocativi ambienti naturali.

L’emergenza sanitaria non è stata per noi un motivo di sconforto ma l’occasione per cogliere nuove sfide: in alternativa alla Rassegna abbiamo proposto una serie di incontri con personaggi di spicco a livello regionale e nazionale, in linea con l’offerta culturale dei centri più grandi. Abbiamo ospitato delle serate di presentazione di libri legati al territorio friulano che hanno visto protagonisti, tra gli altri, scrittori e giornalisti di rilievo e che hanno avuto molto seguito tra i partecipanti, dimostrando che i momenti culturali, anche in un territorio considerato “ai margini” possono essere un rilevante fattore di aggregazione sociale.

giovani del comitato